Nucleo di Valutazione di Ateneo
NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO
UniversitÓ degli Studi di Parma

PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DELLE UNIVERSITà
Fonti: MIUR

Le disposizioni relative alla PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO, sono dettate dal REGOLAMENTO emanato con il D.P.R. 27 gennaio 1998, n. 25 - Regolamento recante disciplina dei procedimenti relativi allo sviluppo ed alla programmazione del sistema universitario, nonché ai comitati regionali di coordinamento, a norma dell'articolo 20, comma 8, lettere a) e b), della legge 15 marzo 1997, n. 59.
In tale regolamento viene stabilito che la programmazione ha periodicità triennale ed ha come finalità la qualificazione del sistema universitario mediante la razionalizzazione dell'offerta formativa e il potenziamento delle attività di ricerca, al fine di corrispondere alle esigenze di sviluppo culturale, sociale, civile ed economico e di evoluzione del mercato del lavoro, contribuendo alla riduzione degli squilibri territoriali, in particolare tra Centro-Nord e Sud.


Decreto legge n. 7 del 31 gennaio 2005.

(Testo coordinato e modificato dalla legge di conversione 43/2005 sotto riportata).


Articolo 1 ter Legge 31 marzo 2005 n. 43.
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, recante disposizioni urgenti per l’università e la ricerca, per i beni e le attività culturali, per il completamento di grandi opere strategiche, per la mobilità dei pubblici dipendenti, nonché per semplificare gli adempimenti relativi a imposte di bollo e tasse di concessione. Sanatoria degli effetti dell’articolo 4, comma 1, del decreto-legge 29 novembre 2004, n. 280.


*(Legge presente anche nell'Offerta Formativa senza allegati).
Allegati:
Allegato 1;
Allegato 2:
Allegato 3;
Allegato 4;
Allegato 5;
Allegato 6;
Allegato 7,
Allegato 8;
Allegato 9;
Allegato 10;
Allegato 11;
Allegato 12.


-Articolo 2 comma 5 decreto del Presidente della Repubblica del 27 gennaio 1998 n. 25.


-D.P.R. 27 gennaio 1998, n. 25.

Regolamento recante disciplina dei procedimenti relativi allo sviluppo ed alla programmazione del sistema universitario, nonché ai comitati regionali di coordinamento, a norma dell'articolo 20, comma 8, lettere a) e b), della legge 15 marzo 1997, n. 59.
Allegati:
Legge n. 59 del 15 marzo 1997;
Relazione illustrativa.



PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO PER IL TRIENNIO 2010-2012

Nota n. 84 dell'11 ottobre 2011

DM 4 agosto 2011, n. 345. Indicatori per la valutazione dei risultati dell’attuazione dei programmi delle Università per il triennio 2010-2012. Quadro informativo degli Indicatori.

Allegato 1

 

Nota n. 17 del 27 gennaio 2010.

Programmazione delle università per il triennio 2010-2012: indicazioni operative relative all'anno 2010.



PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO
PER IL TRIENNIO 2007-2009



Nota N. 1568 del 7 ottobre 2009.D.M. 5 agosto 2004, n. 262.

Programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006, art. 23 – relazione finale dei progetti di internazionalizzazione.


Nota N. 146 del 16 luglio 2009.

Programmazione e valutazione delle Università per il triennio 2007-2009. Risultati dell'attuazione dei programmi al termine del triennio 2007-2009.
-Nota tecnica - Indice complessivo di risultato (formula).
-Indici complessivi di risultato anno 2007 - Università Statali.
-Indici complessivi di risultato anno 2007 - Università non Statali.
-Indici complessivi di risultato anno 2007 - Università per Stranieri.
-Indici complessivi di risultato anno 2007 - Scuole superiori e Scuole di dottorato.
Documenti correlati:
Decreto Direttoriale 8 luglio 2009 prot. n. 82/2009 - Programmazione e valutazione delle Università 2007-2009 - attuazione art. 4, comma 7, lettere a.2 e b.2, del D.M. 3 luglio 2007, n. 362 - assegnazione risorse finanziarie esercizio 2009.
(Sotto riportato).


Decreto N. 82 dell'8 luglio 2009.

Programmazione e valutazione delle Università 2007-2009 - attuazione art. 4, comma 7, lettere a.2 e b.2, del D.M. 3 luglio 2007, n. 362 - assegnazione risorse finanziarie esercizio 2009.
Allegato 1;
Allegato 2;
Allegato 3;
Allegato 4;
Allegato 5;
Allegato I;
AllegatoII;
Allegato III;
Allegato IV.


Nota N. 85 del 20 aprile 2009.
Indicazioni operative a.a. 2009/2010 per l’attuazione del sub Allegato A.2, punto 2, lettera a-ii), del D.M. 3 luglio 2007, n. 362 (linee generali d’indirizzo della programmazione delle Università per il triennio 2007-2009).
Allegato 1 - Modello Nuove Sedi.
*(Nota presente anche nell'Offerta Formativa).


Nota N. 48 del 17 marzo 2009.

Programmazione e valutazione delle Università per il triennio 2007-2009. Indicazioni operative.
Allegato 1. Indicazioni operative.
*(Nota presente anche nell'Offerta Formativa e nella Valutazione del Sistema Universitario).


Nota N. 345 del 22 dicembre 2008.

Programmazione triennale delle Università - attuazione art. 1-ter del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43. Quadro informativo degli Indicatori.
*(nota presente anche nell'Offerta Formativa)


Nota N. 280 del 21 ottobre 2008.

Programmazione triennale delle Università - attuazione art. 1-ter del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43. Programmazione triennale del fabbisogno di personale – attuazione art. 1, comma 105, della legge 30 dicembre 2004, n. 311. Rinvio dei termini della programmazione.
*(nota presente anche nell'Offerta Formativa)


Nota N. 249 del 9 settembre 2008.

Attuazione art. 1-ter del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43 - Programmazione triennale delle Università 2007-2009 (D.M. 3 luglio 2007, n. 362) – Differimento dei termini.
*(nota presente anche nell'Offerta Formativa)


Nota N. 203 del 23 giugno 2008.

Attuazione art. 1-ter del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43 - Programmazione triennale delle Università 2007-2009 (D.M. 3 luglio 2007, n. 362) – Differimento dei termini.
*(Nota presente anche nell' Offerta formativa).


Nota N. 181 del 26 maggio 2008.

Programmazione e valutazione delle Università per il triennio 2007-2009.
Primo quadro informativo degli Indicatori.
(*nota presente anche nella Valutazione del sistema universitario).


Nota N. 875 del 14 maggio 2008.

D.M. 8.5.2001. Programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003, art. 10 – relazione finale.


Nota N. 73 del 26 febbraio 2008.

Indicazioni operative a.a. 2008/2009 per l’attuazione del: • art. 1, comma 653, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (L.F. 2007); • sub Allegato A.2, punto 2, lettera a-ii), del D.M. 3 luglio 2007, n. 362 (linee generali d’indirizzo della programmazione delle Università per il triennio 2007- 2009).


Nota N. 37 del 8 febbraio 2008.

*(nota presente anche nell'Offerta Formativa).
Programmazione triennale delle Università - attuazione art. 1-ter del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43. Programmazione triennale del fabbisogno di personale – attuazione art. 1, comma 105, della legge 30 dicembre 2004, n. 311. Rinvio dei termini della programmazione.
Legge 30 dicembre 2004, n. 311.


Nota n. 25 del 23 gennaio 2008.

*(nota presente anche nell'Offerta Formativa).
Art. 4 del D.M. 31 ottobre 2007, n. 544 (requisiti necessari di docenza): indicazioni operative a.a. 2008/2009.
Allegato A-Allegato Tecnico.


Nota n. 13 del 16 gennaio 2008.
D.M. 31 ottobre 2007, 544 - art.11 (requisiti qualificanti).

*(Nota presente anche nell'Offerta Formativa).
In relazione alle diverse richieste di chiarimento pervenute con riferimento all'art.11 (requisiti qualificanti) del D.M. n. 544/2007 in oggetto e al relativo allegato D, si ritiene opportuno evidenziare alcuni aspetti.


Nota n. 401 del 13 novembre 2007.
Programmazione e valutazione delle Università per il triennio 2007-2009.


Decreto Ministeriale n. 544 del 31 ottobre 2007.

*(D.M. presente anche nell'Offerta Formativa).
Definizione dei requisiti dei corsi di laurea e di laurea magistrale afferenti alle classi ridefinite con i DD.MM. 16 marzo 2007, delle condizioni e criteri per il loro inserimento nella Banca dati dell'offerta formativa e dei requisiti qualificanti per i corsi di studio attivati sia per le classi di cui al D.M. 3 novembre 1999, n. 509 e sia per le classi di cui al D.M. 22 ottobre 2004, n. 270.
Allegato A;
Allegato B;
Allegato C;
Allegato D.


Decreto Ministeriale n. 506 del 18 ottobre 2007.

(Registrato alla Corte dei Conti il 22 novembre 2007, reg., fgl. 40).
*(D.M. presente anche nell'Offerta Formativa).
Attuazione art. 1-ter (programmazione e valutazione delle Università), comma 2, del D.L. 31 gennaio 2005, n. 7, convertito nella legge 31 marzo 2005, n. 43 - individuazione di parametri e criteri (indicatori) per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell'attuazione dei programmi delle Università.
Allegato.


Decreto Ministeriale 3 luglio 2007 prot. n. 362/2007.

*(D.M. presente anche nell'Offerta Formativa).
Attuazione art. 1-ter (programmazione e valutazione delle Università), comma 2,del D.L. 31 gennaio 2005, n. 7, convertito nella legge 31 marzo 2005, n. 43 - definizione delle linee generali di indirizzo della programmazione delle Università per il triennio 2007-2009.
Allegato A
Suballegato A1
Suballegato A2


Nota n. 1 del 26 maggio 2006.

Programmazione e valutazione delle Università per il triennio 2007-2009 (attuazione art. 1- ter del D.L. n. 7/2005 convertito nella legge n. 43/2005).


Nota n. 173 del 9 maggio 2006.

Programmazione e valutazione delle Università per il triennio 2007-2009.


Decreto Ministeriale n. 217 dell'11 aprile 2006.

Trasmesso alla Corte dei Conti per la registrazione.
Attuazione art. 1-ter (programmazione e valutazione delle Università), comm2, del D.L. 31 gennaio 2005 n. 7, convertito nella legge 31 marzo 2005, n. 43 - individuazione dei parametri e dei criteri per il monitoraggio e la valutazione dei risultati dell'attuazione dei programmi delle Università.
Allegato.


Decreto Ministeriale n. 216 del 10 aprile 2006.

Trasmesso alla Corte dei Conti per la registrazione.
Attuazione art. 1-ter (programmazione e valutazione delle Università, comma 1, del D.L. 31 gennaio 2005, n. 7, convertito nella legge 31 marzo 2005, n. 43 - definizione delle linee generali di indirizzo della programmazione delle Università per il triennio 2007-2009.
Allegati:
Allegato A;
Suballegato A1;
Suballegato A2.




PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO
PER IL TRIENNIO 2004-2006


Decreto Ministeriale n. 545 del 17 novembre 2005.
Modifiche agli artt. 13, 15, comma 2 e 21, commi 1 e 2, del D.M. 5 agosto 2004 n. 262 - Programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006.

l'articolo 13 (formazione degli insegnanti) del D.M. 5 agosto 2004 n. 262, è sostituito.


Nota n. 636 del 21 luglio 2005.
D.M. 5 agosto 2004, n. 262 (programmazione del sistema universitario 2004-2006), art. 12 - Uffici per il trasferimento delle conoscenze Università-aziende (industrial liaison office). Differimento dei termini.

Con riferimento alla ministeriale n. 527 del 18 maggio c.a., il termine per la presentazione delle proposte in argomento viene differito al 30 settembre c.a..


Nota n. 527 del 21 luglio 2005.
D.M. 5 agosto 2004, n. 262 (programmazione del sistema universitario 2004-2006), art. 12 - Uffici per il trasferimento delle conoscenze Università-aziende (industrial liaison office).

In relazione all'art. 12 del D.M. in oggetto, tenuto conto anche di quanto previsto dal Programma Operativo Nazionale per l'utilizzo, nel periodo 2000-2006, dei fondi strutturali della Unione Europea nelle regioni dell'Obiettivo 1 del territorio nazionale, è stato predisposto - sulla base delle linee guida opertive fornite dal Comitato tecnico-scientifico costituito ai sensi del comma 7 del predetto art. 12 - l'unito avviso (pubblicato sul sito del Ministero http://www.miur.it/ relativo alla presentazione e selezione di proposte per la costituzione o sostegno di "industial liaison officie".
Allegato:
Avviso N° 527 del 18 maggio 2005.


Decreto Ministeriale n. 46 del 23 febbraio 2005.

Modifiche agli importi relativi agli artt. 7 e 20 del D.M. 5 agosto 2004 in relazione alla rideterminazione degli importi complessivi per gli anni 2005 e 2006 disposta con la legge 30 dicembre 2004 n. 311 (legge finanziaria 2005).
Allegati:
Allegato 1.Tabella A/2.
Allegato 2.Tabella B/2.


Decreto Ministeriale n. 284 del 15 settembre 2004.
Integrazione all'art. 9 (istituzione di nuove Università non statali legalmente riconosciute) del D.M. 5 agosto 2004 , n. 262.

Al comma 1 dell'articolo 9 del decreto ministeriale 5 agosto 2004, n. 262, vi sono delle integrazioni.


Decreto Ministeriale n. 262 del 5 agosto 2004.
PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO PER IL TRIENNIO 2004-2006.

Art. 23 - "INTERNAZIONALIZZAZIONE".

*D.M. presente nei Dottorati di Ricerca con riferimento all'art.17 istituzione Scuole di Dottorato di Ricerca.
Il Decreto stabilisce le risorse finanziarie per la programmazione del sistema universitario relativa al triennio 2004-2006, i cui obiettivi sono stati definiti con il Decreto Ministeriale 3 settembre 2003, n. 149, previste in 121.724.000 per ciascuno degli anni 2004, 2005 e 2006.
Detta norme sull'offerta formativa e le modalità di istituzione di Università non statali, l'istituzione di Università "Telematiche", Facoltà e corsi di studio con o senza requisiti minimi e il conseguente inserimento nella Banca Dati dell'offerta formativa.
Il Decreto, inoltre, destina risorse finanziarie per la realizzazione dell'anagrafe nazionale degli studenti universitari; per la costituzione di Uffici per il trasferimento delle conoscenze Università-aziende; per corsi destinati alla formazione degli insegnanti della scuola superiore.


Nota n. 1790 del 1° dicembre 2004.

La nota dà avvio ad ulteriori iniziative per la internazionalizzazione del sistema universitario sostenendo soprattutto la mobilità internazionale di studenti, professori e ricercatori universitari ed indirizzare l'educazione al servizio della cittadinanza democratica. I progetti, presentati dagli Atenei, saranno selezionati secondo le aree geografiche di prevalente interesse strategico.


Nota n. 1872 del 16 dicembre 2004.
Allegato alla nota n. 1872: scheda.

La nota chiede ai Rettori di segnalare i nominativi di 5 esperti, che possano svolgere il ruolo di valutatori dei progetti relativi al bando 2004-2006, con esperienza nell'ambito della cooperazione internazionale e con particolare riguardo a quegli aspetti che qualificano la collaborazione a prescindere dal campo disciplinare di attuazione dell'iniziativa.
Sulla base del Decreto e delle note esplicative il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione dell'Università degli Studi di Parma hanno selezionato 12 progetti inviati al MIUR suddivisi secondo le tre tipologie previste dal D.M. 5 agosto 2004 prot. n. 262/2004.
Il Nucleo di valutazione ha espresso il proprio parere secondo il seguente insieme di argomenti: coerenza delle proposte con gli obiettivi della programmazione, completezza e adeguatezza della definizione delle proposte, congruità tra obiettivi dichiarati e mezzi indicati.


Decreto Ministeriale n. 262 del 5 agosto 2004.
PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO PER IL TRIENNIO 2004-2006.

Art. 14 - "LAUREE SCIENTIFICHE".

*D.M. presente nei Dottorati di Ricerca con riferimento all'art.17 istituzione Scuole di Dottorato di Ricerca.
La programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006, così come definita con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'Università e della ricerca in data 5 agosto 2004 prevede, come è noto, all'articolo 14 che siano destinate risorse finanziarie "per il sostegno delle iniziative delle Università preordinate, in relazione alle raccomandazioni dell'U.E., all'incremento delle iscrizioni ai corsi di studio afferenti alle classi 21, 25 e 32" così come definite con il Decreto Ministeriale 4 agosto 2000, nonché "all'incremento dei laureati nelle medesime classi".


Nota n. 534 del 10 marzo 2005. Progetto "Lauree scientifiche".
Documenti correlati alla nota n. 534:


Progetto Lauree Scientifiche - Attività di orientamento e tutorato;
7 marzo 2005 - Linee guida per l'attuazione del Progetto Lauree Scientifiche.

In relazione al Protocollo d'Intesa stipulato tra il MIUR e Confindustria e al Progetto "Lauree scientifiche" del 17 giugno 2004, sono state definite le linee guida che, condivise con il Dipartimento per l'Istruzione e la Direzione Generale per l'Università, sono finalizzate a realizzare gli obiettivi di cui al predetto progetto.
Il Magnifico Rettore con la nota n. 15561 del 9 maggio 2005 ha trasmesso al MIUR 4 progetti.
Il Nucleo di valutazione ha espresso il proprio parere secondo il seguente insieme di argomenti: coerenza delle proposte con gli obiettivi della programmazione, completezza e adeguatezza della definizione delle proposte, congruità tra obiettivi dichiarati e mezzi indicati.


Nota n. 174 del 3 febbraio 2004.
Attuazione del D.M. 3 settembre 2003 n. 149, con il quale sono stati definiti gli obiettivi della programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006. "Università telematiche": rettifica modalità di presentazione proposte.

Rettifiche alla nota ministeriale n. 1643 del 4 dicembre 2003, all'ultimo paragrafo (pag. 12).


Nota n. 79 del 21 gennaio 2004.
Attuazione del D.M. 3 settembre 2003 n. 149, con il quale sono stati definiti gli obiettivi della programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006. Proroga dei termini per la presentazione delle proposte.

Facendo seguito alla nota ministeriale n. 1643 del 4 dicembre 2003 e alla successiva n. 1658 del 12 dicembre 2003, e condividendo le motivazioni della richiesta della CRUI, si ritiene opportuno prorogare i termini, indicati nella prima delle due note, per la presentazione delle proposte relative all'orientamento e il tutorato e all'istituzione di nuove Università non statali.


Nota n. 1658 del 12 dicembre 2003.
Attuazione del D.M. 3 settembre 2003 n. 149, con il quale sono stati definiti gli obiettivi della programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006: proposte per le attività di orientamento e tutorato (obiettivo b).

Con nota Prot. n. 1658 del 4.12.2003, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - Dipartimento per la programmazione, il coordinamento e gli affari economici - Servizio per l'autonomia universitaria e gli studenti - Ufficio VII fornisce le istruzioni operative relativamente alle proposte indicate al punto I (attività di orientamento e tutorato) e i temi per i quali possono essere presentate le proposte.
Allo scopo di favorire un'opportuna valutazione delle proposte, in questa prima fase, le Università dovranno predisporre un progetto di massima, da presentare mediante una "scheda sintetica", da trasmettere in via telematica, e una "scheda analitica", da trasmettere in via cartacea, secondo schemi indicati dal Ministero.
Documento correlato:
Decreto Ministeriale 3 settembre 2003 n. 149.


Nota n. 1643 del 4 dicembre 2003.

Attuazione del D.M. 3 settembre 2003 n. 149, con il quale sono stati definiti gli obiettivi della programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006.
Attuazione del D.M. 3 settembre 2003 n. 149, con il quale sono stati definiti gli obiettivi della programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006.
Con nota Prot. n. 1643 del 4.12.2003, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - Dipartimento per la programmazione, il coordinamento e gli affari economici - Servizio per l'autonomia universitaria e gli studenti - Ufficio VII ha fornito schematicamente i contenuti relativi a:
- Parte prima: fasi operative;
- Parte seconda: obiettivi 2004-2006 e risorse finanziarie relative;
- Parte terza: contenuti del decreto di programmazione;
- Parte quarta: indicazioni operative;
- Sempre nella stessa nota vengono indicate le iniziative per le quali nella presente fase possono essere presentate proposte.
In ordine alla realizzazione di quanto sopra, il Ministero, nella stessa nota fa presente che:
- entro i termini e con le modalità di seguito specificate, le Università dovranno provvedere alla formulazione, per le iniziative da realizzare, di un - progetto di massima" che descriva i contenuti generali, le modalità di attuazione, le finalità specifiche, nonché il quadro delle risorse necessarie, tenendo conto che a carico dell'Ateneo dovrà risultare una quota pari almeno al 20 per cento del costo complessivo;
- sarà costituito un apposito gruppo di lavoro, che provvederà ad una preliminare selezione istruttoria e al successivo monitoraggio delle iniziative approvate;
- il Ministero provvederà all'individuazione delle iniziative e delle risorse che potranno essere attribuite per la loro realizzazione;
- le Università le cui iniziative saranno selezionate dovranno predisporre un "progetto esecutivo" delle stesse, entro i termini e con le modalità che verranno successivamente indicati;
- in seguito alla realizzazione delle iniziative il cui progetto sarà finanziato, gli Atenei dovranno presentare un elaborato finale che illustri le modalità concrete di realizzazione del progetto. Il Ministero si riserva comunque la facoltà di diffondere presso gli Atenei quelle iniziative che saranno ritenute apprezzabili per la realizzazione di specifiche attività di orientamento e di tutorato.
Documento correlato:
Decreto Ministeriale 3 settembre 2003 n. 149.


CNVSU DOC 20/03 (novembre 2003).
La dotazione di risorse minime necessarie per l'istituzione di nuove Università non statali legalmente riconosciute.

1 Premessa;
2 La metodologia adottata per le valutazioni;
3 La documentazione oggetto di valutazione;
4 La principale documentazione di riferimento presente nel sito del Comitato www.cnvsu.it

Allegato (già inserito nel doc/CNVSU):
I costi medi annui in euro al netto delle ritenute a carico del datore di lavoro.



Decreto Ministeriale n. 149 del 3 settembre 2003.
Determinazione degli obiettivi relativi alla programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006.

Con il Decreto Ministeriale 03.09.2003, n. 149/2003 sono stati fissati i seguenti obiettivi della programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006 e la finalizzazione delle relative risorse finanziarie:
a) la razionalizzazione, la qualificazione e la riduzione degli squilibri del sistema universitario, compreso il completamento del decongestionamento degli Atenei maggiormente sovraffollati;
b) la riduzione degli abbandoni e dei tempi necessari per il conseguimento dei titoli di studio mediante il potenziamento delle attività di orientamento e tutorato e della formazione integrativa;
c) il potenziamento della rete dell'alta formazione, attraverso:
" il sostegno alla costituzione della rete di corsi di studio di secondo livello direttamente correlata alla sperimentazione di Scuole di dottorato di ricerca, in coerenza con le linee di ricerca di interesse nazionale, realizzate da Università anche in convenzione con altre Università, Istituti scientifici, enti pubblici e privati e imprese, italiane e straniere;
" il consolidamento delle iniziative di sperimentazione di Scuole Superiori avviate, nell'ambito delle Università, in attuazione di accordi di programma con il Ministero;
d) il processo di internazionalizzazione e il cofinanziamento dei programmi dell'Unione Europea volti a rafforzare specifiche attività di formazione del sistema universitario ed il consolidamento delle iniziative già intraprese, con riferimento alla formazione post-laurea nel Mezzogiorno."



PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO
PER IL TRIENNIO 2001-2003


Nota n. 1311 del 13 dicembre 2004.
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003) come ridefinito, per la parte finanziaria, con il D.M. 24 aprile 2002 - attuazione art. 19 (Relazioni delle Università).

Facendo seguito alla precedente corrispondenza relativa all'oggetto e, da ultimo, alla nota n. 992 del 21 settembre c.a., si ricorda che il termine fissato con la predetta nota per il completamento e la relativa chiusura della procedura di compilazione delle relazioni di "attuazione" resta fissato al 15 dicembre c.a..


Nota n. 992 del 21 settembre 2004.
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003) come ridefinito, per la parte finanziaria, con il D.M. 24 aprile 2002 - attuazione art. 19 (Relazioni delle Università).

Facendo seguito alle ministeriali n. 552 del 26 aprile c.a. e 852 del 16 luglio c.a., di pari oggetto e, con particolare riferimento a quanto disposto al comma 4 dell'art. 4 (innovazione didattica) del predetto D.M., si precisa che l'innovazione didattica degli Atenei è stata puntualmente monitorata per l'intero triennio di programmazione attraverso la Banca dati dell'offerta formativa e le rilevazioni dell'Ufficio di Statistica di questo Ministero.


Nota n. 852 del 16 luglio 2004.
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003) come ridefinito, per la parte finanziaria, con il D.M. 24 aprile 2002 - attuazione art. 19 (Relazioni delle Università).

Facendo seguito alla ministeriale n. 552 del 26 aprile c.a., di pari oggetto, si comunica che è stata predisposta, in collaborazione con il CINECA, la procedura informatizzata per l'acquisizione delle informazioni relative agli adempimenti previsti dal predetto art. 19, attraverso la compilazione di apposite schede.


Nota n. 552 del 26 aprile 2004.
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003) come ridefinito, per la parte finanziaria, con il D.M. 24 aprile 2002 - attuazione art. 19 (Relazioni delle Università).

Il D.P.R. 27 gennaio 1998 n. 25, all'art. 2, comma 8, stabilisce che "l'Osservatorio (ora Comitato nazionale) per la valutazione del sistema universitario predispone ogni anno un rapporto sullo stato di attuazione della programmazione nonché, alla fine di ogni triennio, un rapporto sui risultati della medesima. I predetti rapporti sono trasmessi al Ministro ed al Parlamento".
Anche ai fini di quanto sopra il D.M. 8 maggio 2001, all'art. 19 (relazioni delle Università) questa nota fornisce puntuali indicazioni.


Nota n. 1216 dell'8 agosto 2003. (nota presente anche nell'Offerta formativa).
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003), come ridefinito, per la parte finanziaria, con il D.M. 24 aprile 2002: art. 3; - banca dati dell'offerta formativa

Facendo seguito alla ministeriale n. 995 del 3 luglio c.a., relativa all'oggetto, si comunica che il Ministero, d'intesa con il Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario e con la collaborazione del CINECA, sta predisponendo l'adeguamento delle procedure informatizzate per
l'aggiornamento on line della Banca dati dell'offerta formativa e dei regolamenti didattici, nonché quanto necessario per le verifiche del possesso dei requisiti di risorse.


Nota n. 995 del 3 luglio 2003. (nota presente anche nell'Offerta formativa)
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003), come ridefinito, per la parte finanziaria, con il D.M. 24 aprile 2002: art. 3.

Nel complessivo disegno di "affermazione dello spazio europeo dell'istruzione superiore", il processo di riforma dell'autonomia didattica degli Atenei, avviato con il D.M. 3 novembre 1999 n. 509, persegue obiettivi preordinati al superamento delle criticità del nostro sistema, messe in luce sia in sede di valutazione di indicatori nazionali, sia, soprattutto, in sede di confronto con gli omologhi sistemi dell'Unione Europea.
Allegati:
Allegato 1. Requisiti minimi corso di laurea specialistica a ciclo unico in Medicina Veterinaria;
Allegato 2. I requisiti minimi per l'attivazione dei corsi di studio;
Allegato 3. I raggruppamenti dei corsi di laurea;
Allegato 4. Scheda informativa per i corsi di laurea specialistica;
Allegato 5. I raggruppamenti dei corsi di laurea specialistica;
Allegato 6. I raggruppamenti dei corsi di laurea specialistica a ciclo unico.


Nota n. 453 del 12 marzo 2003.
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003) come ridefinito, per la parte finanziaria, con il D.M. 24 aprile 2002: artt. 3, 4 e 18, comma 1 -
"requisiti minimi".

Facendo seguito alle ministeriali n. 781 del 16 ottobre e n. 840 del 14 novembre 2002, relative all'oggetto, si comunica che il Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario ha fatto presente che "i corsi a ciclo unico della classe delle lauree specialistiche in Farmacia e Farmacia industriale (14/S), inizialmente inseriti dal Comitato (v. DOC 17/01 - pag. 9, paragrafo 4.4 e pag. 7, tab. 1) nel gruppo A (a numerosità più bassa) sono stati spostati nel gruppo B, in cui avrebbero dovuto essere collocati, per cui i calcoli ai fini degli incentivi (di cui all'art. 4 della legge 19 ottobre 1999 n. 370) sono stati sviluppati tenendo conto di tale correzione. Peraltro è da evidenziare che un calcolo operato con i valori precedentemente indicati avrebbe comportato una forte penalizzazione dei corsi attivati in tale classe".


Nota n. 911 del 10 dicembre 2002.
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003) come ridefinito, per la parte finanziaria, con il DM 24 aprile 2002: artt. 3, 4 e 18, comma 1 -"requisiti minimi".

Si fa seguito alla ministeriale n. 815 dell'8.11.c.a., relativa all'oggetto, e riferimento alla richiesta formulata da alcune Università tramite il Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario.


Nota n. 840 del 14 novembre 2002.
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003) come ridefinito, per la parte finanziaria, con il DM 24 aprile 2002: artt. 3, 4 e 18, comma 1 - "requisiti minimi".

Si fa seguito alla ministeriale n. 781 del 16.10 c.a. ed alle richieste formulate dalle Università tramite il Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario con la nota n. 941 del 7.11.c.a., in ordine ai "requisiti minimi" di personale docente universitario, ai quali fanno riferimento l'art. 3 del D.M. in oggetto e la ministeriale n. 18 del 10.1.c.a., necessari per i corsi di laurea relativi alle professioni sanitarie.


Nota n. 815 dell'8 novembre 2002.
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003) come ridefinito, per la parte finanziaria, con il DM 24 aprile 2002: artt. 3, 4 e 18, comma 1 - "requisiti minimi".

Si fa seguito alla ministeriale n. 781 del 16.10. c.a., e riferimento alle richieste formulate dalle Università tramite il Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario con la nota n. 941 del 7.11. c.a.


Nota n. 781 del 16 ottobre 2002.
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003) come ridefinito, per la parte finanziaria, con il DM 24 aprile 2002: artt. 3, 4 e 18, comma 1.

Com'è noto il D.M. 3 novembre 1999 n. 509 sulla innovazione didattica e il D.M. 8 maggio 2001, relativo alla programmazione del sistema universitario per il 2001-2003, nonché l'attivazione della Banca-dati dell'offerta formativa hanno definito regole volte ad indirizzare il sistema universitario verso comportamenti orientati al miglioramento qualitativo dell'offerta formativa ed ad una più ampia diffusione delle informazioni.
Allegati:
Allegato 1. Corsi di laurea e di laurea specialistica - utilizzazione delle risorse finanziarie in relazione a quanto indicato nel D.M. 8.5.2001 (art. 3, 4 e 18, comma 1) come ridefinito, per la parte finanziaria, con il D.M. 24 aprile 2002.
Allegato 2. Le tabelle che compongono l'allegato 2 sono disponibili sul sito http://offertaformativa.miur.it/requisiti per l'accesso al quale verranno forniti tempestivamente username e password.
Allegato 3. Nota Metodologica sulle informazioni contenute nei report allegati.


Decreto Ministeriale n. 67 del 24 aprile 2002.

Riproduzione testo del D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003) con le modifiche necessarie in relazione all'adozione dell'euro ed alle riduzioni
apportate dalla Legge Finanziaria 2002.
Allegati:
Allegato 1. Tabella art. 2;
Allegato 2. Tabella art. 3-a;
Allegato 3. Tabella art. 3-b;
Allegato 4. Tabella art. 3-c;
Allegato 5. Tabella art. 4 Incentivo per "laureati";
Allegato 6. Tabella art. 4 bis-Incentivo per "abbandoni;
Allegato 7. Tabella finale.


Nota n. 1419 del 4 ottobre 2001.
D.M. 21 giugno 1999 (programmazione del sistema universitario per il triennio 1998-2000) - attuazione art. 23 (relazioni).

Facendo seguito alla ministeriale n. 1079 del 25 luglio c.a., di pari oggetto ed al cui testo si fa rinvio, si chiede di dare urgente riscontro alla stessa mediante l'inserimento dei dati relativi alle relazioni di "previsione", come previsto dal comma 1 dell'art. 23 in oggetto, con le modalità di acquisizione informatica esposte in tale ministeriale.


Nota n. 1356 del 18 settembre 2001.
D.M. 8.5.2001 - attuazione art. 3, comma 3: attivazione dei corsi di studio non aventi la stessa denominazione dei corsi già attivati o istituiti.

Come è noto il D.M. 8.5.2001, relativo alla programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003, prevede denominazione di corsi già attivati o istituiti nei riguardi dei quali trova applicazione l'art. 9, comma 1, del D.M. , l'art. 3, comma 3, che l'attivazione dei corsi di laurea e di laurea specialistica non aventi la stessa denominazione di corsi già attivati o istituiti nei riguardi dei quali trova applicazione l'art. 9, comma 1, del D.M. 3.11.1999 n. 509, è "subordinata alla previa positiva valutazione del Ministero, sentito il Comitato (nazionale per la valutazione del sistema universitario), in ordine alla disponibilità delle dotazioni necessarie".


Nota n. 1143 del 3 agosto 2001.
D.M. 8.5.2001 n. 115 - programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003. (Indicazioni operative).

In relazione a quanto previsto dall'art. 2, comma 3, lettera e) del D.P.R. 27.1.1998 n. 25 (G.U. n. 39 del 17.2.1998), e in attuazione del D.M. 29.12.2000 (G.U. n. 48 del 27.2.2001), è stato adottato il D.M. 8.5.2001 n. 115, relativo alla programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003.
Nel fare rinvio al testo del predetto decreto si ritiene necessario preliminarmente ricordare che, ai sensi dell'art. 1, le risorse finanziarie previste nello stesso sono distinte in:
Allegati:
Allegato 1. Tabella.
Allegato 2. Nota n. 832 dell'8 giugno 2001.


Nota n. 1079 del 25 luglio 2001.
D.M. 21 giugno 1999 (programmazione del sistema universitario per il triennio 1998-2000) - attuazione art. 23 (relazioni).

Facendo seguito alla ministeriale n. 1677 del 13 dicembre 2000, di pari oggetto, si comunica che è stata predisposta, con il supporto operativo del Consorzio interuniversitario CINECA, la procedura informatizzata per l'acquisizione delle informazioni relative agli adempimenti previsti dall'art. 23 del D.M. 21 giugno 1999, attraverso la compilazione di apposite schede predisposte.


Nota n. 832 dell'8 giugno 2001.
D.M. 8 maggio 2001 n. 115 - attuazione art. 3, comma 3: attivazione di corsi di studio non aventi la stessa denominazione di corsi già attivati o istituiti.

Il D.M. 8 maggio 2001 n. 115, relativo alla programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003, all'esame della Corte dei conti, prevede, all'art. 3, comma 3, che l'attivazione dei corsi di laurea e di laurea specialistica non aventi la stessa denominazione di corsi già attivati o istituiti nei riguardi dei quali trova applicazione l'art. 9, comma 1, del D.M. 3 novembre 1999 n. 509, è "subordinata alla previa positiva valutazione del Ministero, sentito il Comitato, in ordine alla disponibilità delle dotazioni necessarie".
Al fine di dare sollecita e snella attuazione a quanto sopra, tenuto conto dei ridotti tempi disponibili, si indicano le linee operative.
E' stato richiesto al Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario di definire i differenziati" requisiti minimi" di dotazione di risorse occorrenti ai fini di tali attivazioni, e le risultanze di tale operazione saranno rese disponibili quanto prima


Decreto ministeriale n. 115 dell'8 maggio 2001.
Programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003.

Le risorse finanziarie per la programmazione del sistema universitario relativa al triennio 2001-2003, i cui obiettivi sono stati definiti con il Decreto Ministeriale 29 dicembre 2000 n. 507, previste in 245 miliardi per ciascuno degli anni 2001, 2002 e 2003.
Allegato:
Art. 4 comma 4 del. D.M. n. 115 dell' 8 maggio 2001.


Nota n. 198 del 23 gennaio 2001.

Programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003-d.m. 29.12.2000 n. 507, attuativo del D.P.R. 27.1.1998 n. 25.


Decreto Ministeriale 29 dicembre 2000.
Determina gli obiettivi del sistema universitario per il triennio 2001-2003:

A. la promozione ed il sostegno della innovazione didattica, anche con riferimento all'adeguamento delle strutture e dei servizi, delle attività di orientamento e di tutorato, dell'insegnamento a distanza e del processo di internazionalizzazione;
B. il potenziamento della rete dell'alta formazione, attraverso:
- il consolidamento e la costituzione di Scuole superiori per la realizzazione di percorsi formativi di alta qualificazione nella fase pre e post-laurea, tassativamente caratterizzati dalla residenzialità, dall'adeguata dotazione di biblioteche e di laboratori, dall'ottimale rapporto numerico e funzionale tra docenti e studenti, dal pieno esercizio del tutorato;
- la promozione di corsi di dottorato di ricerca e di mirate attività di ricerca avanzata in cui possano essere impegnati dottori di ricerca - caratterizzati da collaborazioni internazionali e rispondenti a prefissati requisiti di qualità - realizzati da Università anche in convenzione con altre Università, istituti scientifici, enti pubblici e privati e imprese, italiane e straniere;
- il cofinanziamento dei programmi dell'Unione Europea volti a rafforzare specifiche attività di formazione
- il cofinanziamento dei programmi dell'Unione Europea volti a rafforzare specifiche attività di formazione del sistema universitario ed il consolidamento delle iniziative già intraprese, con particolare riferimento alla formazione post-laurea nel Mezzogiorno;
C. il consolidamento e la promozione di centri di eccellenza nella ricerca.
D. la riduzione degli squilibri del sistema universitario tra Centro-Nord e Sud.
E. la realizzazione di nuovi interventi per il decongestionamento degli Atenei sovraffollati e la graduale separazione organica degli stessi.





PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO
PER IL TRIENNIO 1998-2000


Nota n. 1677 del 13 dicembre 2000.
D.M. 21 giugno 1999 (programmazione del sistema universitario per il triennio 1998-2000) - attuazione art. 23 (relazioni).

Il D.P.R. 27.1.1998, n. 25, all'art. 2, comma 8, stabilisce che "l'Osservatorio (ora Comitato Nazionale) per la valutazione del sistema universitario predispone ogni anno un rapporto sullo stato di attuazione della programmazione nonché, alla fine di ogni triennio, un rapporto sui risultati della medesima. I predetti rapporti sono trasmessi al Ministro ed al Parlamento".Anche ai fini di quanto sopra il D.M. 21.6.1999, all'art. 23 (relazioni) fornisce puntuali indicazioni, che si ritiene necessario di seguito ricordare:
1. Per le iniziative finanziate con i fondi previsti dagli articoli 6, 11, 13 e 15 (del D.M. 21.6.1999) le Università invieranno al Ministero una relazione con l'indicazione degli obiettivi da raggiungere, dei tempi e delle modalità di attuazione delle stesse, corredata da una relazione tecnica del Nucleo di valutazione dell'Ateneo nella quale dovrà essere dato atto della verificata congruità tra il contenuto delle iniziative, gli obiettivi dichiarati ed i mezzi indicati.
2. Per tutte le iniziative finanziate con i fondi previsti dal presente provvedimento le Università invieranno al Ministero, al termine del periodo di riferimento della presente programmazione, una relazione con l'indicazione delle iniziative realizzate, dei risultati conseguiti, delle somme impegnate e di quelle effettivamente spese.
3. Ove le Università non dovessero utilizzare le risorse finanziarie assegnate entro il termine del periodo di riferimento della presente programmazione ovvero si dovessero verificare scostamenti non motivati tra quanto indicato nella relazione preventiva di cui al comma 1 e in quella successiva di cui al comma 2, l'Osservatorio (ora Comitato Nazionale) formulerà al Ministero motivate proposte in ordine agli importi che potranno essere recuperati mediante riduzione del contributo da attribuire alle stesse sul fondo per il finanziamento ordinario relativo all'anno successivo".


Decreto Ministeriale n. 313 del 21 giugno 1999.

Decreta le risorse finanziarie per la programmazione del sistema universitario relativa al triennio 1998-2000, i cui obiettivi sono stati definiti con il Decreto Ministeriale 6 marzo 1998, previste in 110 miliardi per il 1998 e 150 miliardi per ciascuno degli anni 1999 e 2000.


Decreto Ministeriale del 6 marzo 1998.
Obiettivi del sistema universitario 1998-2000.

Art. 1. In attuazione dell'articolo 2, comma 3 lettera a) del D.P.R. 27 gennaio 1998 n 25, sono obiettivi del sistema universitario per il triennio 1998-2000:
a) lo sviluppo della ricerca universitaria, la creazione ed il sostegno di centri di eccellenza nella ricerca, la realizzazione di necessarie attrezzature ed infrastrutture, l'attivazione di contratti di lavoro per avviare giovani all'attività di ricerca;
b) il potenziamento dei sistemi tecnologici, informatici e di telecomunicazione, di supporto alle attività didattiche, di ricerca e gestionali, la realizzazione della rete telematica nazionale dell'università e della ricerca, l'adeguamento tecnologico, organizzativo e gestionale delle biblioteche e dei musei universitari, il collegamento in rete delle predette biblioteche e la loro integrazione con il sistema bibliotecario nazionale;
c) l'incentivazione del processo di internazionalizzazione, con riferimento