Nucleo di Valutazione di Ateneo
NUCLEO DI VALUTAZIONE DI ATENEO
UniversitÓ degli Studi di Parma

OFFERTA FORMATIVA

Leggi, Decreti e Note Ministeriali.
Fonti: MIUR.

Vi sono riferimenti normativi anche alle Scuole di Specializzazione verso il termine di questa pagina web.

 

Nota N. 130 del 20 dicembre 2010

Offerta formativa 2011-2012. Attuazione DM 22 settembre 2010, n. 17.

 

Decreto Ministeriale N. 17 del 22 settembre 2010

Requisiti necessari dei corsi di studio.

Allegato A

Allegato B

Allegato C

Allegato D

Allegato E

 

Nota N. 26 del 12 febbraio 2010.

Attuazione art. 2 (requisiti di trasparenza) del D.M. 31 ottobre 2007, n. 544 - indicazioni operative a.a. 2009/2010.


Nota N. 18 del 27 gennaio 2010.

Offerta formativa a.a. 2010/2011. Indicazioni operative.


Nota N. 253 del 9 dicembre 2009.

Attuazione art. 2 (Requisiti di trasparenza) del D.M. 31 ottobre 2007, n. 544 – Indicazioni operative a.a. 2009/2010.
Allegato 1
Allegato 2
Allegato 3


Nota N. 196 del 21 ottobre 2009.

"Attuazione art. 2 (Requisiti di trasparenza) del D.M. 31 ottobre 2007, n. 544 – Indicazioni operative a.a. 2009/2010".


Nota N.160 del 4 settembre 2009.

Ulteriori interventi per la razionalizzazione e qualificazione dell’offerta formativa nella prospettiva dell’accreditamento dei corsi di studio.
Allegato A;
Allegato B;
Allegato C;
Sub allegato;
Tabella finale.


Decreto Ministeriale 4 agosto 2009.

Programmazione dei corsi di laurea disposta dagli Atenei anno accademico 2009/2010.
Allegato A.


Decreto Ministeriale 4 agosto 2009.

Ridefinizione posti corsi di laurea e di laurea specialistica A.A.2009-2010.


Nota N. 96 dell'8 maggio 2009.
Proroga termine chiusura Off.F. - a.a. 2009/2010.
Allegato 1: Decreto 8 maggio 2009.


Nota N. 85 del 20 aprile 2009.

Indicazioni operative a.a. 2009/2010 per l’attuazione del sub Allegato A.2, punto 2, lettera a-ii), del D.M. 3 luglio 2007, n. 362 (linee generali d’indirizzo della programmazione delle Università per il triennio 2007-2009).
Allegato 1 - Modello Nuove Sedi.
*(Nota presente anche nella Programmazione del Sistema Universitario).


Nota N. 84 del 20 aprile 2009.

Termini chiusura Off.F. - a.a. 2009/2010 – corsi nelle classi definite in attuazione del D.M. 3 novembre 1999, n. 509 e nella classe LMG-01.


Nota N. 48 del 17 marzo 2009.

Programmazione e valutazione delle Università per il triennio 2007-2009. Indicazioni operative.
Allegato 1. Indicazioni operative.
*(Nota presente anche nella Programmazione del Sistema Universitario 2007-2009 e nella Valutazione del Sistema Universitario).


Nota N. 390 del 13 marzo 2009.

Programmazione locale degli accessi ai corsi di cui all’art.2, comma 1, lettere a) e b) della legge 2 agosto 1999, n.264.


Nota N. 749 del 2 marzo 2009.

RAD- Procedura informatizzata per i corsi di studio da attivare nell’ a.a,2009/2010 .

<
Nota n. 345 del 22 dicembre 2008.

Programmazione triennale delle Università - attuazione art. 1-ter del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43. Quadro informativo degli Indicatori.
*(Nota presente anche nella Programmazione del Sistema Universitario).


Nota n. 331 del 3 dicembre 2008.

Attuazione D.D. 10 giugno 2008, n. 61 (Requisiti di trasparenza) – a.a. 2008/2009.


Decreto Legge n. 180 del 10 novembre 2008.

Disposizioni urgenti per il diritto allo studio, la valorizzazione del merito e la qualità del sistema universitario e della ricerca.
*(Decreto presente anche nella Valutazione del sistema universitario).


Nota n. 280 del 21 ottobre 2008.

Programmazione triennale delle Università - attuazione art. 1-ter del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43. Programmazione triennale del fabbisogno di personale – attuazione art. 1, comma 105, della legge 30 dicembre 2004, n. 311. Rinvio dei termini della programmazione.
*(Nota presente anche nella Programmazione del sistema universitario).


Nota n. 263 del 6 ottobre 2008.

Attuazione D.D. 10 giugno 2008, n. 61 (Requisiti di trasparenza) – a.a. 2008/2009.


Nota n. 249 del 9 settembre del 2008.

*(Nota presente anche nella Programmazione del sistema universitario).
Attuazione art. 1-ter del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43 - Programmazione triennale delle Università 2007-2009 (D.M. 3 luglio 2007, n. 362) – Differimento dei termini.


Nota n. 207 del 24 giugno 2008.

Art 4 e allegato B del D.M. 31 ottobre 2007, n. 544 (requisiti necessari di docenza): indicazioni operative a.a. 2008/2009 – Pre-Off.F. Corsi di studio interateneo.


Nota n. 203 del 23 giugno 2008.

Attuazione art. 1-ter del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43 - Programmazione triennale delle Università 2007-2009 (D.M. 3 luglio 2007, n. 362) – Differimento dei termini.
*(Nota presente anche nella Programmazione del sistema universitario).


Nota n. 187 dell'11 giugno 2008.

Attuazione art. 2 (Requisiti di trasparenza) del D.M. 31 ottobre 2007, n. 544.
Allegato: Decreto Direttoriale 10 giugno 2008 n. 61.


Decreto Direttoriale n. 61 del 10 giugno 2008.

Art. 1. Secondo quanto indicato dall’art. 1 del D.M. 31 ottobre 2007, n. 544, i requisiti necessari per l’attivazione annuale dell’offerta formativa degli Atenei riguardano altresì i requisiti di trasparenza e le condizioni necessarie per una corretta comunicazione, rivolta agli studenti e a tutti i soggetti interessati, relativamente alle caratteristiche dei corsi di studio attivati.


Nota n. 182 del 29 maggio 2008.

Art. 4 del D.M. 31 ottobre 2007, n. 544 (requisiti necessari di docenza): indicazioni operative a.a. 2008/2009 – Pre-Off.F.


Nota n. 181 del 26 maggio 2008.

*(Nota presente anche nella Programmazione del sistema universitario). Programmazione e valutazione delle Università per il triennio 2007-2009.
Primo quadro informativo degli Indicatori.
Allegato nota tecnica 1;
Allegato nota tecnica 2.


Nota n. 875 del 14 maggio 2008.

D.M. 8.5.2001. Programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003, art. 10 – relazione finale.
*(Nota presente anche nella Programmazione del sistema universitario).


Nota n. 166 del 7 maggio 2008.

Proroga termine chiusura Off.F. - a.a. 2008/2009.
Allegato:
Decreto Direttoriale N. 97 del 23 aprile 2008.


Nota n. 142 del 23 aprile 2008.

Proroga termine chiusura Off.F. - a.a. 2008/2009.


Decreto Direttoriale N. 97 del 23 aprile 2008.

Termine relativo all’inserimento nella Off.F. 2008/2009.


Nota n. 132/V dell'11 aprile 2008.

Istituzione corsi di studio nelle classi definite in attuazione del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270.


Nota n. 2133 dell' 8 aprile 2008.

Mozioni CUN attivazione di corsi di studio istituiti ai sensi del D.M. n. 270/2004 (prot. n. 695 del 19 marzo 2008).


Nota n. 95 del 21 marzo 2008.

Art. 4 del D.M. 31 ottobre 2007, n. 544 (requisiti necessari di docenza): indicazioni operative a.a. 2008/2009 – Pre-Off.F.


Nota n. 722 del 28 febbraio 2008.

Programmazione locale degli accessi ai corsi di cui all'art. 2, comma 1 lettere a) e b) della legge 2 agosto 1999, n. 264.


Nota n. 73 del 26 febbraio 2008.

Indicazioni operative a.a. 2008/2009 per l’attuazione del:
•art. 1, comma 653, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (L.F. 2007);
•sub Allegato A.2, punto 2, lettera a-ii), del D.M. 3 luglio 2007, n. 362 (linee generali d’indirizzo della programmazione delle Università per il triennio 2007-2009).
Allegato tecnico Indicazioni operative.


Nota n. 37 del 8 febbraio 2008.

*(nota presente anche nella Programmazione del sistema universitario 2007-2009).
Programmazione triennale delle Università - attuazione art. 1-ter del decreto legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito dalla legge 31 marzo 2005, n. 43. Programmazione triennale del fabbisogno di personale – attuazione art. 1, comma 105, della legge 30 dicembre 2004, n. 311. Rinvio dei termini della programmazione.
Legge 30 dicembre 2004, n. 311.


Nota n. 25 del 23 gennaio 2008.

*(nota presente anche nella Programmazione del sistema universitario 2007-2009).
Art. 4 del D.M. 31 ottobre 2007, n. 544 (requisiti necessari di docenza): indicazioni operative a.a. 2008/2009.
Allegato A-Allegato Tecnico.


Nota n. 13 del 16 gennaio 2008 -
D.M. 31 ottobre 2007, n. 544 - art. 11 (Requisiti qualificanti).

* (nota presente anche nella Programmazione del sistema universitario 2007-2009).
In relazione alle diverse richieste si chiarimento pervenute con riferimento all'art.11 (requisiti qualificanti) del D.M. n. 544/2007 in oggetto e al relativo allegato D, si ritiene opportuno evidenziare alcuni aspetti.


Decreto Ministeriale n. 544 del 31 ottobre 2007.

* (D.M. presente anche nella Programmazione del sistema universitario 2007-2009). Definizione dei requisiti dei corsi di laurea e di laurea magistrale afferenti alle classi ridefinite con i DD.MM. 16 marzo 2007, delle condizioni e criteri per il loro inserimento nella Banca dati dell'offerta formativa e dei requisiti qualificanti per i corsi di studio attivati sia per le classi di cui al D.M. 3 novembre 1999, n. 509 e sia per le classi di cui al D.M. 22 ottobre 2004, n. 270.
Allegato A;
Allegato B;
Allegato C;
Allegato D.


Decreto Ministeriale n. 506 del 18 ottobre 2007.
(Registrato alla Corte dei Conti il 22 novembre 2007, reg., fgl. 40).

* (D.M. presente anche nella Programmazione del sistema universitario 2007-2009).
Attuazione art. 1-ter (programmazione e valutazione delle Università), comma 2, del D.L. 31 gennaio 2005, n. 7, convertito nella legge 31 marzo 2005, n. 43 - individuazione di parametri e criteri (indicatori) per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell'attuazione dei programmi delle Università.
Allegato.


Decreto Ministeriale n. 386 del 26 luglio 2007.
Linee guida per l'istituzione dei corsi di studio di lauree e lauree magistrali.

È stato emanato dal Ministro dell'Università e della Ricerca, On. Fabio Mussi, il decreto che reca le linee guida per l'istituzione e l'attuazione dei corsi di studio di lauree e lauree magistrali.
Si tratta dell'atto di indirizzo che dà il via alla riprogettazione integrale di tutti i corsi di laurea di primo e di secondo livello, tra il 2008 e il 2010.
Vengono così fissati con precisione gli obiettivi formativi della laurea e della laurea magistrale, e si indicano alle Università le tendenze da correggere, oltre ad alcune specifiche azioni da intraprendere, soprattutto per favorire la mobilità degli studenti.
La competizione fra gli Atenei viene indirizzata verso la qualità, che sarà valutata e incentivata. Aumenta il numero minimo di docenti di ruolo necessario per poter attivare un corso di laurea o di laurea magistrale (si passa a 12 e 8) in vista di una opportuna riduzione del numero complessivo delle lauree sul territorio nazionale e di un miglioramento qualitativo. Anche le università non statali saranno chiamate ad adeguarsi seppure gradualmente alle nuove regole.
Allegato 1
Allegato 2
Allegato 3


Decreto Ministeriale n. 362 del 3 luglio 2007.

* (D.M. presente anche nella Programmazione del sistema universitario 2007-2009).
Con il quale sono state dedinite le linee generali d'indirizzo della programmazione delle Università per il triennio 2007-2009.
AllegatoA
SuballegatoA1
SuballegatoA2


Nota n. 162 del 17 aprile 2007.

Banca dati dell'Offerta Formativa a.a. 2007/2008: indicazioni operative.
Nuove classi di laurea
Il Ministro dell’Università e della Ricerca ha emanato il Decreto Ministeriale sulle nuove classi di laurea triennali e magistrali.
-Punti salienti del Decreto
-Il Decreto linee guida
-DM Classi di laurea: Decreto 16 marzo 2007 - Determinazione delle classi delle lauree universitarie (GU n. 155 del 6-7-2007 - Suppl.Ordinario n. 153)
-DM Classi di laurea magistrale: Decreto 16 marzo 2007 - Determinazione delle classi di laurea magistrale (GU n. 157 del 9-7-2007 - Suppl. Ordinario n. 155)


Nota n. 56 del 27 gennaio 2007.

Banca dati dell’offerta formativa a.a. 2007/2008: indicazioni operative – errata corrige.


Nota n. 30 del 22 gennaio 2007.

Banca dati dell’offerta formativa a.a. 2007/2008: indicazioni operative.


Nota n. 30 bis del 22 gennaio 2007.

Banca dati dell’offerta formativa a.a. 2007/2008: indicazioni operative.


Nota n. 4577 del 12 dicembre 2006.

D.M. 270/2004 – attuazione D.M. sulle classi di laurea e laurea magistrali.


Sentenza del Consiglio di Stato - (Camera di Consiglio del 31 ottobre 2006)

Sospende l'efficacia della sentenza impugnata del TAR LAZIO - ROMA :Sezione III 9455/2006.


Revisioni delle Classi dei Corsi di studio.
Schemi di provvedimenti relativi alle classi di laurea e di laurea magistrale ai sensi del D.M. 270/2004 e relativi allegati, trasmessi al CUN con nota prot.n.Gab/7859.8.1 del 12.9.2006 , alla CRUI con nota prot.n. GAB/7860.8.1 e al CNSU con nota prot.n.GAB/7861.8.1 del 12.9.2006.
Decreto: Disciplina delle classi di laurea triennali
Decreto: Disciplina delle classi di laurea magistrale
Allegati: Ordinamenti delle Classi di laurea triennale
Allegati: Ordinamenti delle Classi di laurea magistrale


Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio, Sezione III. Roma, 9455/2006 (Camera di Consiglio del 7-6-2006).

IUS/06 Diritto alla navigazione, dei trasporti e diritto aerospaziale.
Dispone l'annullamento del Decreto del Ministro dell'Istruzione e dell'Università e della Ricerca del 25-11-2005"Definizione della classe del corso di Laurea magistrale in Giurisprudenzà; di ogni atto connesso, ivi compreso il D.M. n. 270/2004 avente ad oggetto "modifiche al regolamento recante norme concernenti l'autonomia universitaria didattica degli Atenei, approvato con D.M. 3-11-1999 n. 509.


Decreto ministeriale n. 252 del 28 aprile 2006.

Rettifica alla tabella 7 dell'allegato 1-bis al D.M. 23 marzo 2006, n. 203.


Nota n. 1766 del 27 aprile 2006.
Banca dati offerta formativa a.a. 2006/2007.

Facendo riferimento alla nota n. 89/SEGR/DGU/06 del 30 marzo 2006 il termine per l'inserimento di tutti i dati relativi alla chiusura della Pre-Off.F è prorogato al 12 maggio 2006.


Decreto ministeriale 12 aprile 2006.
Determinazione modalità e contenuti prove di ammissione ai corsi di laurea e di laurea specialistica programmati a livello nazionale.
Definizione modalità e contenuti della prova di ammissione al corso di laurea specialistica in Odontoiatria e Protesi Dentaria.
Definizione modalità e contenuti della prova di ammissione ai corsi di laurea specialistica per le professioni sanitarie per l'a.a. 2006/07.

Art. 1. (Disposizioni generali) "Per l'anno accademico 2006/2007 l'ammissione degli studenti ai corsi di laurea di cui all'articolo 1, comma 1, lettere a) e b) della legge 2 agosto 1999, n. 264 avviene previo superamento di apposita prova sulla base delle disposizioni di cui al presente decreto.

Allegati:

Allegato A. Programmi prove di ammissione;
Allegato B. programmi prove di ammissione;
Allegato C. programmi prove di ammissione;
Allegato 1. Note tecniche;
Allegato 2. Informativa ai sensi dell'art. 13 D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003, Codice in materia di dati personali;


Nota n. 7 del 10 gennaio 2006.

Banca dati dell’offerta formativa a.a. 2006/2007: indicazioni operative.


Legge n. 43 del 31 marzo 2005.

*(Legge presente anche nella Programmazione del sistema universitario). Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, recante disposizioni urgenti per l’università e la ricerca.


Nota n. 89/SEGR/DGU/06 del 30 marzo 2006.
Banca dati dell'offerta formativa a.a. 2006/2007: indicazioni operative relative alla verifica del possesso dei requisiti minimi e alle sedi didattiche.

Facendo seguito alla ministeriale n. 7 del 10 gennaio c.a., si comunica che - in relazione ai documenti (doc. 10/05 e doc. 19/05) del Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario - è stato adottato il D.M. 23 marzo 2006, n. 203 (che si unisce in copia ed al cui testo
si fa rinvio) con il quale sono state apportate alcune integrazioni al D.M. 27 gennaio 2005, n. 15, relativamente ai requisiti minimi dei corsi di studio a distanza, delle Università di nuova istituzione, delle Università non statali e delle lauree magistrali a ciclo unico (ivi compresi i corsi della classe LMG/012). Il quadro complessivo dei requisiti minimi di docenza di ruolo è stato riportato nell'allegato 1- bis al predetto decreto, il quale integra e sostituisce l'allegato 1 al D.M. n. 15/2005.
Proroga dei termini. Per corrispondere alle molteplici richieste pervenute dagli Atenei, si informa che il termine per la chiusura della procedura di verifica del possesso dei requisiti minimi (Pre-Off.F.), con il conseguente inserimento dei corsi nella Off.F., già fissato per il 21 aprile c.a. (v. ministeriale n. 7/2006), viene prorogato al 3 maggio c.a..
Si fa presente che le Università potranno inserire nella Pre-Off.F anche le eventuali proposte di integrazione del RAD, pervenute nei i termini, per i quali il CUN non abbia ancora espresso il relativo parere. l'inserimento effettivo di tali proposte nella Off.F. sarà comunque subordinato, oltre che al possesso dei predetti requisiti minimi, all'acquisizione del parere favorevole del CUN .

Allegato:
D.M. 23 marzo 2006, n. 203.



Decreto Ministeriale n. 203 del 23 marzo 2006.

I requisiti minimi di docenza di ruolo dei corsi di laurea magistrale a ciclo unico sono ridefiniti nell'allegato 1-bis (l'allegato 1-bis è nel D.M. n. 203).


Nota n. 874 del 1° marzo 2006.
Classe delle lauree magistrali in Giurisprudenza LMG/01 - NOTA CHIARIMENTI.

A seguito dell'entrata in vigore della classe magistrale in giurisprudenza di cui al D.M. 25.11.2005 si ritiene opportuno evidenziare ciò che le università dovranno effettuare in merito alle iscrizioni di studenti.


Nota n. 519/2006 del 7 febbraio 2006.
LMG/01 - Classe del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza.

In riferimento al format predisposto in Banca dati RAD per l'inserimento dell'ordinamentodel corso in oggetto indicato si precisa che i "credi crediti vincolati" devono intendersi come"minimi" e quindi con possibilità da parte degli Atenei di aumentarli.


Nota n. 281/Segr.DGU del 25 gennaio 2006.
Istituzione corsi di studio classe di laurea LMG/01.

Gli Atenei che hanno attivato nell'a.a. 2005/2006 o negli anni precedenti la classe 22/S, devono procedere all'istituzione della classe LMG/01 senza necessità di acquisire i relativi pareri del Comitato Regionale di Coordinamento e delle parti sociali, trattandosi di una trasformazione di ordinamento di corso di studio.
Gli Atenei che invece intendono istituire ex novo la classe LMG/01, ai sensi dell'art. 2 comma 1 del D.M. 25.11.2005 dovranno contemporaneamente istituire la Facoltà di giurisprudenza e acquisire nei termini previsti i pareri del Comitato Regionale di Coordinamento e delle parti sociali.


Nota n. 7/Segr/DGU - del 10 gennaio 2006.
Banca dati dell'offerta formativa a.a. 2006/2007: indicazioni operative.

In relazione a quanto previsto dall'art. 9, commi 2 e 3, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270, il D.M. 27 gennaio 2005 n. 15 ha stabilito i requisiti minimi per l'attivazione dei corsi di studio e i criteri relativi all'inserimento degli stessi nella Banca dati dell'offerta formativa. In vista della definizione dell'offerta formativa che sarà attivata nell'anno accademico 2006-2007, la nota n. 7 del 10 gennaio 2006 ridefinisce il quadro delle scadenze indicate nel predetto decreto.



Decreto Ministeriale 25 novembre 2005.
"Definizione della classe del corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza.

Il presente decreto definisce, ai sensi dell'articolo 6 comma 3 del Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004 n. 270 la classe del corso di laurea magistrale in giurisprudenza di cui all'allegato.


Nota n. 295/DGU/Segr del 21 settembre 2005.
Banca dati offerta formativa.

Con questa nota vengono integrate: le indicazioni riportate nelle note n. 58 del 17/2/2005 e n. 224 del 27/06/2005, relativamente all'inserimento in banca dati delle informazioni riguardanti gli insegnamenti che saranno attivati nell'anno accademico 2005/2006.



Nota n. 224/DGU/Segr del 27 giugno 2005.
Banca dati offerta formativa.

La nota n. 58 del 17 febbraio 2005 e seguenti, ha concluso l'operazione di definizione dell'Offerta formativa per l'anno accademico 2005/2006.
Sulla scorta delle sollecitazioni provenienti dagli Atenei e delle quali si è fatto interprete il CUN, attraverso una specifica mozione, il Ministero ha ora avviato l'approfondimento delle tematiche relative alla Banca dati dell'offerta formativa pubblica, sia in ragione della segnalazione di alcuni problemi legati all'implementazione delle informazioni richieste sia nella più ampia prospettiva dell'entrata in vigore del D.M. 270/2004.
l'azione di ricognizione degli obiettivi e degli strumenti della banca dati dell'offerta formativa, che si avvarrà degli apporti propositivi dei principali soggetti istituzionali, affronterà anche le correlate esigenze derivanti dall'implementazione dell'Anagrafe nazionale degli studenti universitari e dal conferimento del "diploma supplement".
I risultati di questa operazione condotta in accordo con CRUI, CNVSU, CUN saranno comunicati agli Atenei per mezzo di una apposita nota Ministeriale.


Nota n. 210/SEGR/DGU/05 del 17 giugno 2005.
Banca dati dell'offerta formativa e verifica dei requisiti minimi - a.a. 2005/2006. Corsi interatenei.

La nota n. 210, facendo seguito alla ministeriale 123/DGU del 6 aprile 2005, fornisce le ulteriori indicazioni operative, relativamente alla verifica del possesso dei requisiti minimi e all'inserimento nell'Off.F dei corsi interatenei.


Nota n. 171/SEGR/DGU/05 del 20 maggio 2005.
Banca dati offerta formativa pubblica.

La nota n. 171 ritiene necessarie alcune integrazioni alla nota n. 58 del 17 febbraio 2005, §5, relativamente all'immissione delle ulteriori informazioni da inserire nella Banca dati, parte delle quali da rendere pubbliche, attesa l'esigenza di garantire l'interoperabilità fra la Banca dati dell'offerta formativa e l'Anagrafe nazionale degli studenti universitari, ed allo scopo di favorire le azioni degli Atenei per la predisposizione - con metodologie e criteri omogenei - del "diploma supplement".


Nota n. 3133 del 16 maggio 2005.
Banca dati OFF.F aa.aa. 2002/03, 2003/04, 2004/05.

La nota n. 3133 autorizza, ai soli fini dell'aggiornamento dell'Anagrafe degli studenti , l'apertura della Banca dati OFF.F per gli anni accademici citati per consentire agli Atenei interessati l'inserimento dei menzionati corsi di studio.


Nota n. 123/DGU del 6 aprile 2005.
Banca dati dell'offerta formativa e verifica dei requisiti minimi - a.a. 2005/2006. Indicazioni integrative
.

Facendo seguito alla ministeriale 91/SEGR/DGU/05 del 18 marzo c.a, la nota n. 123 fornisce le ulteriori indicazioni operative, ad integrazione di quelle precedentemente comunicate:
1. Dotazioni di docenza di ruolo
2. Modalità di svolgimento della didattica
3. Copertura dei settori scientifico disciplinari
4. Corsi interatenei
5. Proroga dei termini per la verifica dei requisiti minimi.


Decreto Ministeriale 18 marzo 2005.

(Nota presente anche nei Settori scientifico disciplinari).
Rideterminazione e aggiornamento dei settori scientifico-disciplinari.


Nota n. 91/SEGR/DGU/05 del 18 marzo 2005.
Banca dati dell'offerta formativa e verifica dei requisiti minimi - a.a. 2005/2006. Indicazioni integrative.

Facendo seguito alla ministeriale 58/SEGR/DGU/05 del 17 febbraio c.a, la nota 91 del 18 marzo 2005 fornisce le seguenti indicazioni operative, ad integrazione di quelle precedentemente comunicate:
1. Dotazioni di docenza di ruolo
2. Piani di raggiungimento dei requisiti minimi
3. Mutuazione di docenza
4. Affinità fra settori scientifico disciplinari
5. Utenza sostenibile e requisiti minimi ex post.


Nota n. 58/SEGR/DGU/05 del 17 febbraio 2005.
Banca dati dell'offerta formativa e verifica dei requisiti minimi - a.a. 2005/2006.

Facendo seguito alla ministeriale n. 115 del 28 gennaio 2005, con la quale è stato trasmesso il D.M. 27 gennaio 2005, n. 15, al fine di consentire una efficace organizzazione delle operazioni, relative alla verifica del possesso dei requisiti minimi e all'inserimento dei corsi di studio nella Banca dati dell'offerta formativa, la nota n. 58 del 17 febbraio 2005 fornisce le indicazioni operative seguenti:
1. Regolamenti didattici d'Ateneo (RAD)
2. Verifica dei requisiti minimi:
2.1 Docenza di ruolo
2.2 Strutture
2.3 Chiusura della verifica
3. Sedi didattiche
4. Requisiti minimi ex post
5. Offerta formativa pubblica (Off.F pubblica):
5.1 informazioni a livello di corso
5.2 informazioni a livello di Ateneo
5.3 Insegnamenti. nella quale è specificato che i Nuclei dovranno predisporre una relazione, valutando per ogni Facoltà (o struttura didattica competente)controllare questa parte.


Nota n. 115 del 28 gennaio 2005.
D.M. 27 gennaio 2005, n. 15 - Banca dati dell'offerta e verifica del possesso dei requisiti minimi che fissa le date della procedura.

Si comunica che ai sensi dell'art. 9, commi 2 e 3, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270 (con il quale è stato approvato il nuovo regolamento sull'autonomia didattica degli Atenei in sostituzione del D.M. 3 novembre1999, n. 509), dell'art. 4, comma 3, lettera b), e dell'art. 5, comma 1, del D.M. 5 agosto 2004, n. 262 (relativo alla programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006) è stato adottato il prescritto decreto del Ministro in data 27 gennaio 2005 con il quale sono stati stabiliti i requisiti minimi per l'attivazione dei corsi di studio e i criteri relativi all'inserimento degli stessi nella Banca dati dell'offerta formativa.


Decreto Ministeriale n. 15 del 27 gennaio 2005.
BANCA DATI DELl'OFFERTA E VERIFICA DEL POSSESSO DEI REQUISITI MINIMI. Art. 2 comma 4 (Requisiti minimi; Off.F).

Le operazioni relative alla verifica del possesso dei requisiti minimi sono effettuate dalle Università sulla base di criteri e modalità definiti dal Comitato. La predetta verifica, ai fini dell'inserimento dei corsi di studio nell'Off.F, deve essere "chiusa" da parte dei Rettori, previa acquisizione della relazione favorevole dei Nuclei di valutazione di Ateneo, entro il 15 aprile di ogni anno.


Decreto Ministeriale n. 270 del 22 ottobre 2004.
MODIFICHE AL REGOLAMENTO RECANTE NORME CONCERNENTI l'AUTONOMIA DIDATTICA DEGLI ATENEI, approvato con decreto del Ministro dell'Università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509.

l'art. 3 modifica i titoli universitari già previsti dal D.M. 509/1999 sostituendo alla laurea specialistica la laurea magistrale (LM). Il Decreto prevede il titolo di dottore per chi ha conseguito la laurea triennale (L) e il titolo di dottore magistrale per chi ha conseguito la laurea magistrale.


Decreto Ministeriale n. 262 del 5 agosto 2004.
PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO PER IL TRIENNIO 2004-2006, Art. 23 - "INTERNAZIONALIZZAZIONE".
(Nota presente nella programmazione sist. univ. 2004-2006).

Il Decreto stabilisce le risorse finanziarie per la programmazione del sistema universitario relativa al triennio 2004-2006, i cui obiettivi sono stati definiti con il Decreto Ministeriale 3 settembre 2003, n. 149, previste in 121.724.000 per ciascuno degli anni 2004, 2005 e 2006.
Detta norme sull'offerta formativa e le modalità di istituzione di Università non statali, l'istituzione di Università "Telematiche", Facoltà e corsi di studio con o senza requisiti minimi e il conseguente inserimento nella Banca Dati dell'offerta formativa.
Il Decreto, inoltre, destina risorse finanziarie per la realizzazione dell'anagrafe nazionale degli studenti universitari; per la costituzione di Uffici per il trasferimento delle conoscenze Università-aziende; per corsi destinati alla formazione degli insegnanti della scuola superiore.


Decreto ministeriale n. 146 del 28 luglio 2004.
Approvazione Nuovo Modello Valutazione sistema universitario.

Allegati:
Allegato 1: Scheda tecnica;
Allegato 2: DOC 01 04 Proposte per la costruzione di un nuovo modello per la ripartizione "teorica" del FFO alle Università statali, gennaio 2004 del Comitato Nazionale per la valutazione del sistema universitario.


Nota n. 357 del 22 marzo 2004.
Banca dati dell'offerta formativa a.a. 2004/2005.

La nota fornisce ulteriori indicazioni operative affinché le Università individuino tra i corsi presenti nella sezione RAD e già istituiti, quelli che saranno attivati, e cioè che accoglieranno nuove immatricolazioni per tale anno accademico (siano essi "in programmazione" o "in autonomia").


Nota n. 264 del 27 febbraio 2004
Banca dati dell'offerta formativa a.a. 2004/2005.

La nota fornisce indicazioni operative affinché le Università individuino tra i corsi presenti nella sezione RAD e già istituiti, quelli che saranno attivati, e cioè che accoglieranno nuove immatricolazioni per tale anno accademico (siano essi "in programmazione" o "in autonomia").


Nota n. 3033 del 16 dicembre 2003.
Corsi ad intervalli di crediti con minimo pari a zero tra le attività caratterizzanti.

Invito ad alcune Università a voler modificare, con la procedura telematica, in adeguamento al parere del CUN, gli ordinamenti didattici dei Corsi ad intervalli di crediti con minimo pari a zero tra le attività caratterizzanti, indicati in apposita tabella.


Adunanza CUN del 20 novembre 2003.

Il Consiglio esprime pare negativo sui corsi ad intervalli di crediti con minimo pari a zero tra le attività caratterizzanti.


Nota n. 2822 del 19 novembre 2003.
Istituzione corsi di Laurea Specialistica delle Professioni sanitarie.

La nota precisa le modalità per l'istituzione dei corsi di laurea specialistica delle professioni sanitarie.


Nota n. 1216 dell'8 agosto 2003.
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003), come ridefinito, per la parte finanziaria, con il D.M. 24 aprile 2002: art. 3; - banca dati dell'offerta formativa.

(Nota presente anche nella Programmazione 2001-2003)
La nota definisce le modalità di attuazione della ministeriale n. 995 del 3 luglio volte a rendere compatibili le esigenze di informazioni integrative richieste con quelle operative delle Università e con la necessità di coinvolgere altri soggetti interessati.
La nota specifica, inoltre, che la verifica della adeguatezza delle risorse (docenti di ruolo e strutture effettivamente disponibili) potrà essere operata successivamente all'attivazione dei corsi. In particolare, per quanto riguarda i requisiti di docenti di ruolo, verrà utilizzata la già sperimentata procedura di verifica da parte del Comitato, con le integrazioni riportate nella nota n. 995. Relativamente alle strutture, la verifica della loro disponibilità verrà attuata dai Nuclei di valutazione, concordando preventivamente i criteri da utilizzare e le modalità operative connesse.


Nota n. 995 del 3 luglio 2003.
D.M. 8 maggio 2001 (programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003), come ridefinito, per la parte finanziaria, con il D.M. 24 aprile 2002: art. 3. Requisiti minimi per i corsi di laurea specialistica.


(Nota presente anche nella Programmazione del sistema universitario).
La nota, tenuto conto di quanto indicato, a proposito di "requisiti minimi" nei documenti (DOC) del Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario nn. 17/01, 12/02 (allegato 1) e 3/03 (allegato 2) sottolinea che si rende necessaria l'adozione di una griglia di parametri, sia strutturali sia di risultato dei processi, che debbono rappresentare le condizioni, oltre i requisiti minimi, per fornire adeguate garanzie di qualità all'utenza e per orientare, sulla base di informazioni confrontabili, le scelte degli studenti.
Allegati:
Allegato 1. Requisiti minimi corso di laurea specialistica a ciclo unico in Medicina Veterinaria;
Allegato 2. I requisiti minimi per l'attivazione dei corsi di studio;
Allegato 3. I raggruppamenti dei corsi di laurea;
Allegato 4. Scheda informativa per i corsi di laurea specialistica;
Allegato 5. I raggruppamenti dei corsi di laurea specialistica;
Allegato 6. I raggruppamenti dei corsi di laurea specialistica a ciclo unico.


Nota n. 813 del 31 maggio 2002.
Regolamenti didattici d'Ateneo (RAD). Procedura informatizzata. Corsi di laurea specialistica: tempi di verifica.

La nota fornisce indicazioni sull'attuazione delle procedure informatizzate per la raccolta dei Regolamenti didattici degli Atenei. La nota trasmette, inoltre, parere espresso dal CUN nell'adunanza dell'8 maggio 2002 relativo la necessità di inserire un elenco delle Facoltà nei Regolamenti didattici di Ateneo.


Decreto Ministeriale 22 maggio 2003.
Modifica al decreto 4 agosto 2000 relativo alla classe 18.

Il Decreto modifica l'allegato 18 al Decreto Ministeriale 4 agosto 2000, relativo alla classe 18 delle lauree in Scienze dell'educazione e della formazione.


Nota n. 660 del 3 maggio 2002.
Banca dati offerta formativa - Procedura informatizzata per nuove proposte corsi di studio.

La nota stabilisce che per il conseguimento dei crediti minimi previsti nelle classi possano concorrere anche quelli assegnati agli ambiti caratterizzanti transitati nelle attività affini, la ove i relativi decreti lo consentano.


Nota n. 302 dell'8 febbraio 2002.
Banca dati offerta formativa - Procedura informatizzata per nuove proposte corsi di studio.

La nota indica alcuni criteri generali di base che le Università dovranno adottare per poter completare senza problemi la relativa scheda di proposta.


Nota n. 80 dell'11 gennaio 2002.
D.M. 4 agosto 2000 - Determinazione delle classi delle lauree universitarie.

Si fa riferimento alla nota n. 822 del 25 maggio 2001, con la quale sono state apportate talune correzioni di errori materiali relativi a settori scientifico-disciplinari afferenti alle classi dei corsi di studio.


Nota n. 18 del 10 gennaio 2002.
D.M. 8.5.2001, art. 3, comma 3: attivazione di corsi di studio non aventi la stessa denominazione di corsi già attivati o istituiti.

Il D.M. 8.5.2001, relativo alla programmazione del sistema universitario per il triennio 2001-2003, prevede, all'art. 3, comma 3, che l'attivazione dei corsi di laurea e di laurea specialistica non aventi la stessa denominazione di corsi già attivati o istituiti e nei riguardi dei quali trova applicazione l'art. 9, comma 1, del D.M. 3.11.1999 n. 509 "è subordinata alla previa positiva valutazione del Ministero, sentito il Comitato (nazionale per la valutazione del sistema universitario), in ordine alla disponibilità delle dotazioni necessarie".
Allegati:
Allegato 1. Articolo 18. Utilizzazione delle risorse finanziarie in relazione a quanto indicato nel D.M. 8.5.2001 (artt. 4 e 18, comma 1).
Allegato 2. DOC 17/01 del CNVSU - Requisiti minimi di risorse per i corsi di studio universitari.


Nota n. 2135 del 27 dicembre 2001.
Banca dati offerta formativa.

La nota fissa le modalità per l'implementazione in via telematica dei nuovi corsi di studio al fine del loro esame da parte del CUN e dell'approvazione ministeriale (art.11 D.M. 509/99); la predisposizione di un quadro informativo sull'offerta didattica degli Atenei prioritariamente destinata agli studenti (art. 17, comma 95, della legge n. 127/97).


Adunanza CUN del 19 dicembre 2001.

Parere concernente la correzione di errori materiali rilevati nella stesura dei DD.MM., 4 agosto 2000, 28 novembre 2000 e 2 aprile 2001 concernenti le lauree, le lauree specialistiche e le lauree sanitarie rispettivamente pubblicati nelle GG.UU. (Suppl. ordin.) n. 245 de119/10/2000, n. 18 del 23/01/2001 e n. 128 del 5/06/2001.


Nota n. 822 del 25 maggio 2001.
Autonomia didattica. Problematiche applicative.

La nota affronta le problematiche applicative del D.M. n. 509/1999. l'esame dei regolamenti didattici di ateneo, ai fini dell'approvazione ministeriale, ha per oggetto la compatibilità delle previsioni regolamentari con le disposizioni contenute nel D.M. n. 509/1999, nell'art. 11 della legge n. 341/1990 e nell'art. 6 della legge n. 370/1999. In particolare tale esame verifica il rispetto, per i singoli ordinamenti didattici, delle indicazioni sugli obiettivi formativi qualificanti, nonché dei vincoli relativi ai crediti formativi universitari riservati alle tipologie di attività formative e ai relativi ambiti disciplinari, in conformità ai prospetti allegati ai decreti ministeriali recanti la determinazione delle classi delle lauree e delle lauree specialistiche.
La scelta delle attività formative attinenti alla quota dei crediti non vincolata dai decreti ministeriali è lasciata alla libera ed autonoma valutazione degli atenei. Nondimeno, l'indicazione di tali attività negli allegati al regolamento didattico è obbligatoria, per ovvie ragioni di completezza e trasparenza della descrizione generale dei corsi di studio e di comparabilità dell'offerta formativa delle Università.


Decreto 12 aprile 2001.
(Il Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica di concerto con il Ministro della difesa e con il ministro delle finanze).
Determinazione delle classi delle lauree e delle lauree specialistiche universitarie nelle scienze della difesa e della sicurezza.

Sono istituite le classi dei corsi di laurea e di laurea specialistica di cui agli allegati n. 1 e 2 (Classe delle lauree nelle scienze della difesa e della sicurezza, Classe delle lauree specialistiche nelle scienze della difesa e della sicurezza) del presente decreto, con le quali sono individuati gli obiettivi formativi qualificanti, le attività formative indispensabili per conseguirli, il numero minimo di crediti per tipologia di attività formativa e per ambito disciplinare.
Allegati:
Allegato 1. Classe delle lauree nelle Scienze della difesa e della sicurezza.
Allegato 2. Classe delle lauree specialistiche nelle Scienze della difesa e della sicurezza.


Decreto Ministeriale 2 aprile 2001.
Determinazione delle classi delle lauree specialistiche universitarie delle professioni sanitarie.

Il decreto definisce, ai sensi dell'articolo 4 del Decreto Ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, le classi dei corsi di laurea specialistica di cui agli allegati da 1 a 4.
Allegati:
Allegato 1. Classe delle lauree specialistiche nelle scienze infermieristiche e ostetriche;
Allegato 2. Classe delle lauree specialistiche nelle scienze delle professioni sanitarie e della riabilitazione
Allegato 3. Classe delle lauree specialistiche nelle scienze delle professioni sanitarie e tecniche
Allegato 4. Classe delle lauree specialistiche nelle scienze delle professioni sanitarie e della prevenzione


Decreto Interministeriale 2 aprile 2001.
Determinazione delle classi delle lauree universitarie delle professioni sanitarie.

Il decreto definisce, ai sensi dell'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e successive modificazioni, nonché dell'articolo 4, commi 1 e 2, del Decreto Ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, le classi dei corsi di laurea per le professioni sanitarie infermieristiche e ostetriche, della riabilitazione, tecniche e della prevenzione, di cui agli allegati da 1 a 4.
Allegati:
Allegato 1. Classe delle lauree in professioni sanitarie infermieristiche e professione sanitaria ostetrica;
Allegato 2. Classe delle lauree in professioni sanitarie della riabilitazione;
Allegato 3. Classe delle lauree in professioni sanitarie tecniche;
Allegato 4. Classe delle lauree in professioni sanitarie della prevenzione.


De